A TUTTO CUORE CLAUDIO BAGLIONI Rock Opera Show

A Tutto Cuore Claudio Baglioni - Rock Opera Show

Avvio travolgente giovedì 21 settembre, davanti a un pubblico entusiasta che ha gremito lo Stadio Centrale del Foro Italico a Roma, per “aTUTTOCUORE” di Claudio Baglioni, il RockOperaShow ispirato, visionario, vitale, ideato, progettato e realizzato con Giuliano Peparini, che ne cura direzione artistica e regia teatrale. Rileggendo e fondendo insieme l’intuizione wagneriana del teatro-totale a quella – elaborata da Walter Gropius – del teatro ricavato rimodulando spazi e architetture già esistenti, “aTUTTOCUORE” dà vita a un Rock Opera Show ambientato in un futuro a-temporale, con citazioni che partono dalla notte dei tempi per muovere fino a epoche futuribili. Il cuore vitale, pulsante e inarrestabile dei protagonisti di queste vertiginose salite e discese lungo l’immaginaria scala del tempo, batte per restituire un cuore a questo presente che sembra averlo smarrito, e ricordare ad attori e spettatori che l’unico tempo reale, comprensibile, che vale davvero la pena di vivere è quello che ha la velocità, la cadenza e il ritmo del battito del nostro cuore: il solo calendario/orologio attendibile.

Tutto, sul palco e intorno al palco, è bellezza. Bellezza che semina bellezza. La musica, innanzitutto, grazie a una scaletta mozzafiato che raccoglie 38 straordinari successi senza tempo di un repertorio che non ha eguali, ricco di brani-manifesto che sono entrati a far parte del linguaggio e della cultura italiani e che continuano a regalare cuore, emozioni e nuove energie a più di una generazione. Ma bellezza sono anche le coreografie, i 550 costumi originali, disegnati e realizzati appositamente per questi live dalla Maison Scervino, i movimenti scenici, la statuaria fisicità dei ballerini, l’energia e vitalità dei performer, le proiezioni e gli spazi e i tagli di luce creati dai 450 corpi illuminanti programmati dal light designer Ivan Pierri. Sull’immenso spazio scenico 3D, nel quale tutte le dimensioni – orizzontalità, verticalità, profondità – vengono esplorate ed esaltate, la narrazione fonde i linguaggi del cinema e del teatro. Palco e allestimenti Italstage.

PRIMO PIANO